7 Commenti

  1. Antonio Zito
    18 giugno 2016 at 12:34 Rispondi

    La Baia della Luna… mai letto un libro che ha toccato così bene le mie corde. Incalzante e pieno di ispirazione, sa di avventura vera e Viaggio vero. Sembrava di vedere quei luoghi, capire le emozioni che hai provato. Sembrava di essere seduto su Orange e sulla Bestia Verde. In testa le canzoni di Xavier, negli occhi il bush australiano, l’oceano e ogni cosa straordinaria che hai visto. Il messaggio che hai voluto lasciare è chiarissimo e mi sento di ringraziarti per avermi regalato queste sensazioni. Era il tipo di lettura che cercavo da tempo, divorato in una settimana non riuscivo a smettere, e infatti ora sotto con Australia: quando un sogno diventa realtà!! (il tuo primo libro se non erro).
    Arriverà il giorno in cui sarò in quella terra meravigliosa, è troppo tempo che desidero andare e quando arriverà quel momento le cose che vedrò toccherò e sentirò mi faranno tornare in mente le tue imprese, le parole con le quali sei riuscito a rendere giustizia alle cose meravigliose che hai vissuto, mi sembrerà quasi di esserci già stato in quei luoghi e mi verrà da sorridere riconoscendo ciò le cose che hai descritto.
    Grazie Winki!!! Finalmente una letteratura di viaggio e avventura esteriore e specialmente interiore degna di questo nome…

  2. Elena
    14 dicembre 2016 at 21:30 Rispondi

    Ciao Winki, grazie. Ti ho conosciuto come scrittore per caso o meglio, credo ora, fosse destino: Il tuo libro “la Baia della Luna” era esposto in bacheca in biblioteca. Appena l ho visto… ha attirato la mia attenzione, ma non l ho preso perché ho temuto che mi riportasse ad un sogno ed una libertà che mi sono negata per molto tempo. Dopo qualche giorno sono ripassata in biblioteca, con la speranza in fondo che il libro fosse ancora là e che nessuno l avesse visto. Mi sono detta…al diavolo le paure…voglio essere libera e l ho preso. Tornata a casa ho iniziato a leggerlo e non più smesso. È il libro più bello che abbia letto. Era l esperienza che desideravo vivere da tanto tempo: un viaggio alla insegna della libertà, della giovane vita, del surf, dell amicizia, dell amore e della natura incontaminata. Ogni giorno leggevo alcune pagine ed è stato come viaggiare…ero là : vivevo quell avventura.. Le pagine del tuo libro mi hanno alleggerito i giorni invernali mentre andavo a lavorare. Bellissimo..Grazie Sono molto curiosa di iniziare un nuovo viaggio con il tuo nuovo racconto…che meraviglia sentirsi liberi di vivere a modo proprio e…viaggiare….

  3. Ilario falcone
    14 aprile 2017 at 9:27 Rispondi

    Ciao Fabrizio!! Sto leggendo la baia della luna!! È davvero un bellissimo libro.. Grandee! Racconti veramente bene e mi fai immaginare quei posti, le tue surfate stupende insieme ai delfini.. Le storie e i legami d’amicizia che si creano durante il viaggio.. È davvero un bellissimo libro mette proprio tanta voglia di mollare la città e andare in quei posti e fare surf!! Sei un grande sia tu, che i tuoi amici..il tuo libro fa vedere che se porti degli ottimi amici nel viaggio lo rendi ancora più bello… Mette voglia di prendere i tuoi amici e partire e trovare quei posti stupendi dai tuoi libri raccontati! I miei più grandi complimenti!

  4. Andrea
    6 luglio 2017 at 19:38 Rispondi

    Bellissimo libro scoperto per caso, una storia che entra nel cuore……

  5. Daniele
    15 agosto 2017 at 16:53 Rispondi

    Ho letto questo bellissimo libro prima del mio viaggio in Australia acquistandolo per puro caso come regalo per uno dei miei due futuri compagni di viaggio. È stata una piacevolissima scoperta! Il libro è molto coinvolgente e offre moltissimi spunti di riflessione. Mi sento di dire che per noi è stato più di un semplice racconto: certo il libro narra di un’avventura di tre ragazzi alla ricerca dell’onda perfetta in terra australiana, ma è anche altro. È infatti un viaggio interiore alla scoperta di se stessi, dello stare bene e del vivere in armonia con la natura. È stata una lettura terapeutica che fa riflettere molto su come migliorarsi e migliorare ciò che ci circonda. Inoltre per noi è stato anche una guida di viaggio, infatti oltre a descrivere molti angoli nascosti dell’Australia, ci è stato addirittura utilissimo durante la ricerca di un lavoro nelle farm. Qualche tempo dopo la lettura del libro ho anche avuto il piacere di conoscere Winki in terra australiana, una persona fantastica da scoprire come lo sono i suoi libri. Non posso quindi che consigliare a tutti questo libro meraviglioso!

  6. Alberto Massidda
    1 ottobre 2017 at 23:31 Rispondi

    Essendo purtroppo ignorante, leggo assai poco, anche perché la maggior parte delle storie, che gli altri libri raccontano, non mi invogliano affatto a finirle di leggere.
    Questa è stato il contrario, forse perché amo il mare, il surf e l’ australia con le sue onde perfette, forse perché anche io aspiro a realizzare un viaggio del genere in futuro, sta di fatto che questo racconto di vita vissuta con gli amici e la natura e senza dimenticare il surf mi è entrata nel cuore. Grazie infinite di avermi reso partecipe anche se non fisicamente di un’ esperienza del genere. Se mai dovessi farne un’altra, se potessi unirmi al team sarebbe fantastico. XD Aloha

  7. Francesco
    18 dicembre 2017 at 12:32 Rispondi

    Come gli altri libri di Winki la storia è divertente e coinvolgente.
    E un inno alla voglia di vivere la vita a pieno in contatto con la natura.
    Fabrizio riesce a trasmettere la voglia di inseguire i propri sogni e le cose realmente importanti della vita.
    Ti stimo un sacco e spero a breve di avere il coraggio anche io di predermi un pò di tempo da dedicare realmente a me stesso.